Oncu sul podio di Assen! Montella nono dopo una grande rimonta.

Il Kawasaki Puccetti Racing ha disputato oggi al TT Assen Circuit in Olanda la seconda gara del secondo round del Campionato Mondiale Supersport. Quella di ieri non era stata una giornata fortunata per il giovane Can Oncu, che dopo un’ottima prestazione in Superpole, conclusa al secondo posto, in gara1 è scivolato mentre lottava nel gruppo di testa. Situazione opposta per il suo compagno di squadra Yari Montella, che anche a causa di una scivolata in Superpole non era andato oltre il diciottesimo posto, ma in gara era stato autore di una buona rimonta conclusa al dodicesimo posto.

Questo pomeriggio i due piloti del Kawasaki Puccetti Racing sono tornati sul tracciato olandese per disputare la seconda ed ultima gara di questo secondo round.

Così come ieri Oncu è partito dalla prima fila e Montella dalla sesta nella gara che si è disputata sulla distanza prevista di 18 giri. Ottima la partenza per entrambi con Oncu che balzava in testa alla gara e Montella che passava in pochi giri dalla diciottesima posizione di partenza alla decima. Nel proseguo della gara Oncu passava prima in seconda e poi in terza posizione, mantenendosi nel gruppo dei piloti che si stavano giocando la vittoria, mentre Montella lottava nel gruppo degli inseguitori. Dopo una gara molto combattuta Oncu tagliava il traguardo in terza posizione conquistando così il suo secondo podio stagionale. Un generoso Montella era ottavo dopo una gara condotta tutta all’attacco, ma in seguito la direzione gara lo penalizzava di una posizione, per aver superato i limiti della pista nel corso dell’ultimo giro. 

Nella classifica del campionato Oncu è sesto con 32 punti, mentre Montella è undicesimo con 20.

Il prossimo appuntamento con il Campionato mondiale Supersport è previsto sul circuito dell’Estoril in Portogallo, dal 20 al 22 maggio. 

TT Assen Circuit – Olanda- Campionato Mondiale Supersport

Gara2 – 1) Aegerter (Yamaha) – 2) Baldassarri (Yamaha) – 3) Oncu (Kawasaki) – 4) Bulega (Ducati) – 5) Soomer (Triumph)  ………. 9) Montella (Kawasaki) 

Can Öncü: “After the crash yesterday I think we made a huge step. We worked so hard yesterday evening and I was so angry about everything. I said to myself ‘if I am really like this it is better that I pack my bags and go home.’ Today, I said I would be the old Can again. I woke up with a lot of pain after the crash but I knew we would do a good job today. In warm-up we already tried something on the set-up and in the race we made one more step. We took the risk and I said today that I would not finish fourth or fifth. I made a good start and we improved a lot at one of my favourite tracks. This race was important because my father was here, and my mechanic Nico had his birthday yesterday – so this podium I want to give to my family and Nico. In Estoril I hope I can give another present to another person.”

Can Oncu:

“Dopo la caduta di ieri penso che oggi abbiamo compiuto un deciso passo in avanti. Abbiamo lavorato molto ieri sera ed io ero molto in collera. Mi sono detto: “se io sono davvero così allora è meglio che io faccia i bagagli e me ne torni a casa. Oggi invece ho pensato: “Voglio tornare ad essere il “vecchio” Can. Mi sono svegliato con molti dolori a causa della caduta di ieri, ma sapevo che oggi avremmo svolto un buon lavoro. Nel warm up abbiamo provato qualcosa di diverso sul set up delle moto ed in gara abbiamo fatto un ulteriore miglioramento. Ho preso qualche rischio, ma ero convinto che oggi non avrei finito quarto o quinto. Sono partito bene ed in seguito  mi sono migliorato su quella che è una delle mie piste preferite. E’ stata una gara importante anche perché oggi qui c’era mio padre ed inoltre ieri era il compleanno del mio meccanico Nico. Questo podio è dedicato alla mia famiglia e a Nico. All’Estoril spero di poter dedicare un altro podio ad un’altra persona”.          

Yari Montella

“Sono abbastanza soddisfatto del mio risultato di oggi e partendo così indietro sarebbe stato difficile fare meglio. Abbiamo fatto un ottimo lavoro con la squadra e nelle prossime gare dovremo partire dalla base che abbiamo trovato qui ad Assen per andare meglio soprattutto nelle qualifiche, Partire davanti rende tutto più facile. Visto l’impegno profuso non solo da me ma da tutto il mio team, oggi avremmo meritato almeno la quinta posizione, ma l’importante è che abbiamo la consapevolezza di poter ottenere degli ottimi risultati”.

Condividi articolo

Condividi su whatsapp
Condividi su telegram
Condividi su facebook
Condividi su linkedin
Condividi su twitter
Condividi su email