Magny Cours, il circuito di casa di Lucas Mahias

Terminata la pausa estiva lunga oltre un mese, il Kawasaki Puccetti Racing si appresta a disputare il settimo round del Campionato Mondiale Superbike e del Campionato Mondiale Supersport sulla pista di Nevers Magny Cours in Francia.

Nel precedente appuntamento di Most in Repubblica Ceca il pilota Superbike Lucas Mahias ha centrato la top ten in tutte e tre le gare, confermando i suoi costanti progressi e la competitività della sua Ninja. Weekend complicato invece per i due piloti del WorldSSP Can Oncu e Yari Montella. Gara1 da dimenticare per entrambi con l’italiano coinvolto in una caduta alla prima curva ed il turco penalizzato con un ride trough. Gara2 è stata ancora sfortunata per Montella caduto quando era nel gruppo di testa, mentre Oncu ha sfiorato il podio terminando in quarta posizione.

La pista di Magny Cours rappresenta una sorta di seconda casa per il Kawasaki Puccetti Racing che in passato su questo tracciato ha vinto in tutte le categorie nelle quali ha gareggiato: Stock 600, Stock 1000, Supersport (su questa pista Kenan Sofuoglu si è laureato Campione del Mondo nel 2015) e Superbike.

E proprio in Superbike, per Lucas Mahias questo sarà il round di casa. Sulla sua ZX-10R moto comparirà la livrea GiVi, in onore dello storico sponsor del Kawasaki Puccetti Racing. Una livrea commemorativa, una pista che conosce molto bene e tutti i suoi tifosi a sostenerlo: per Lucas sarà un’ottima occasione per dare il massimo e cercare di ottenere un risultato di prestigio.

Non saranno certamente meno motivati i due piloti Supersport Yari Montella e Can Oncu. Il pilota italiano conosce il tracciato francese e si è preparato con cura per rifarsi dei due risultati negativi ottenuti a Most. Il pilota turco, che a Magny Cours lo scorso anno è salito sul terzo gradino del podio in Gara2, punta a quella vittoria che gli è sfuggita sino ad ora ma che ha più volte dimostrato di meritare.

Il circuito Nevers Magny Cours si trova in Francia nel dipartimento di Nievre in Borgogna. E’ stato costruito nel 1960 ma solo negli anni 80 ha iniziato ad assumere un importanza internazionale. In seguito il tracciato francese ha subito poche modifiche, realizzate più che altro con l’obiettivo di creare maggiori possibilità di sorpasso. Alcune curve hanno il nome di altri circuiti (Estoril, Adelaide, Imola, Nurburgring) in quanto riproducono curve presenti su quelle piste. La pista è lunga 4.411 mt. ed ha 17 curve, delle quali 9 a destra e 8 a sinistra. E’ la ventunesima volta che l’autodromo francese ospita i mondiali delle derivate dalla serie, la prima fu nel 1991 ed in seguito ininterrottamente dal 2003 al 2022.

Questa è la programmazione delle prove e delle gare del settimo round WorldSBK e WorldSSP sulle televisioni italiane:

Sky Sport MotoGP

Venerdì 9 settembre

10,30-11,15 – FP1 Prove libere SBK

15,00–15,45 – FP2 Prove libere SBK

Sabato 10 settembre

10,25-10,45 – Superpole SSP

11,10-11,25 – Superpole SBK

14,00 – Gara1 SBK

15,15 – Gara1 SSP

Domenica 11 settembre

11,00 – Superpole Race SBK

12,30 – Gara2 SSP

14,00 – Gara2 SBK

TV8

Sabato 10 settembre

14,00 – Gara1 SBK

Domenica 11 settembre

13,00 – Superpole Race SBK in differita

14,00 – Gara2 SBK

Attraverso questo link potete consultare il programma del round di Magny Cours :

https://www.worldsbk.com/en/event/FRA/2022

Lucas Mahias: “Il round di casa è sempre un appuntamento particolare e farò di tutto per ottenere dei buoni risultati. Spero che il meteo sia favorevole e sarei stupito se piovesse, perché in Francia la pioggia manca da mesi. Non vedo l’ora di incontrare i miei sostenitori e sono sicuro che ci sarà moltissimo pubblico questo weekend a Magny Cours”.

Can Oncu: “La pausa estiva mi è servita per riposarmi ma anche per tenermi allenato e pronto per la seconda parte della stagione. La pista di Magny Cours mi piace molto e lo scorso anno sono riuscito a salire sul podio. In questo weekend voglio mantenere la massima concentrazione per poter lottare per la vittoria. So che spesso qui il meteo è incerto, e spero in una pista asciutta, ma anche sul bagnato potrò essere competitivo”.

Yari Montella: “Non vedo l’ora di scendere in pista perché la pausa estiva è stata molto lunga, e mi mancano le gare. Io non ho mai smesso di allenarmi proprio per farmi trovare pronto per questo round francese. Su questa pista ho svolto una giornata di prove ad agosto e quindi la conosco. Anche per questo voglio partire subito forte e lavorare assieme alla squadra per trovare l’assetto migliore per la mia moto”.

Condividi articolo

Condividi su whatsapp
Condividi su telegram
Condividi su facebook
Condividi su linkedin
Condividi su twitter
Condividi su email