A Misano WorldSBK progressi costanti per Rabat nelle due gare odierne

Il Kawasaki Puccetti Racing ha concluso oggi al Misano World Circuit il quarto round del Campionato Mondiale Superbike. Lucas Mahias, infortunatosi nella Superpole Race dell’Estoril, è stato sostituito dallo spagnolo Tito Rabat, che conosceva la ZX-10RR e la squadra italiana per aver disputato con loro gli ultimi tre round del 2021, sempre in sostituzione dello sfortunato pilota francese.

Per il team di Manuel Puccetti questo è stato il round di casa, nel quale ha avuto modo di ospitare sponsor e sostenitori, mentre tutte le moto hanno riportato sulla loro carena la storica livrea ELF, a suggello della partnership tra il Kawasaki Puccetti Racing e Total Italia.

Ieri Rabat aveva disputato la Superpole, conclusa in diciannovesima posizione, e la prima delle tre gare del weekend, nella quale aveva tagliato il traguardo al sedicesimo posto, ad un passo dalla zona punti.

Questa mattina, in una calda giornata di sole, Tito ha invece disputato la Superpole Race che si corre sulla distanza di soli dieci giri. Dopo una buona partenza il pilota spagnolo ha recuperato alcune posizioni ed ha ottenuto il quindicesimo posto finale. Purtroppo è stato in seguito penalizzato di una posizione, per aver superato i limiti della pista nel corso dell’ultimo giro.

Gara2 si è disputata nel pomeriggio con temperature più alte rispetto alle gare precedenti. La sua partenza non è stata velocissima e nei primi giri Tito transitava attorno alla ventesima posizione. Lo spagnolo però incrementava il proprio ritmo giro dopo giro e recuperava posizioni sino a concludere al diciassettesimo posto.

Il prossimo round del Campionato Mondiale Superbike si disputerà dal 15 al 17 luglio sul circuito di Donington Park in Inghilterra.    

Misano World Circuit – Italia – Campionato Mondiale Superbike

Superpole Race: 1) Razgatlioglu (Yamaha) – 2) Bautista (Ducati) – 3) Rea (Kawasaki) – 4) Vierge (Honda) – 5)  Lecuona (Honda)  – 6) Locatelli (Yamaha) ……. 16) Rabat (Kawasaki)

Gara2: 1) Bautista (Ducati) – 2) Razgatlioglu (Yamaha) – 3) Rinaldi (Ducati) – 4) Rea  (Kawasaki) – 5) Lecuona (Honda)  – 6) Locatelli (Yamaha) ……….. 17) Rabat (Kawasaki)

Tito Rabat

“Le due gare odierne non sono state per niente facili, anche perché le temperature sono state molto più alte rispetto a quelle dei giorni precedenti. Anche se ho avuto poco tempo per adattarmi alla moto del Kawasaki Puccetti Racing penso di aver svolto un buon lavoro, grazie anche alla squadra che mi ha aiutato molto. I risultati che abbiamo ottenuto non rispecchiano il mio valore e nemmeno quello del team, ma in così poco tempo sarebbe stato difficile fare meglio. Ringrazio Manuel Puccetti per la fiducia riposta in me ed auguro un grande in “bocca al lupo” a tutto il team!”

Condividi articolo

Condividi su whatsapp
Condividi su telegram
Condividi su facebook
Condividi su linkedin
Condividi su twitter
Condividi su email