Work in progress per Oncu e Montella a Portimao

Con le due sessioni di prove libere di oggi, è iniziato all’Autodromo do Algarve di Portimao in Portogallo il nono round del Campionato Mondiale Supersport.

I due piloti del  Kawasaki Puccetti Racing, il turco Can Oncu e l’italiano Yari Montella, sono reduci dal round di Barcellona, nel quale Oncu è salito due volte sul podio mentre Montella, pur avendo lottato a lungo nelle prime posizioni, non ha raccolto quanto avrebbe meritato.

Questa mattina, in una giornata soleggiata e fresca, sono entrambi scesi in pista per la prima sessione di prove libere, nella quale hanno lavorato assieme alle rispettive squadre per adattare le loro ZX-6R al  tortuoso e tecnico tracciato portoghese. Con il tempo di 1’44”974 il pilota turco ha concluso al nono posto, mentre Yari (1’45”887) purtroppo è stato vittima di una caduta che non ha avuto conseguenze fisiche, ma che non gli ha permesso di fare meglio della ventesima posizione.

Nel secondo turno di libere Oncu (1’44”676)  si è leggermente migliorato salendo in ottava posizione. Più netto il miglioramento di Montella (1’45”239) che ha terminato questa prima giornata al tredicesimo posto nella classifica cumulativa delle due sessioni.

Nella giornata di domani i due piloti del Kawasaki Puccetti Racing disputeranno la Superpole e la prima gara di questo nono round WorldSSP.

Autodromo do Algarve – Portimao – Portogallo – Campionato Mondiale Supersport

Classifica cumulativa delle due sessioni di prove libere: 1) Tuuli (MV Agusta) – 2) Manzi (Triumph) 3) – Aegerter (Yamaha) – 4) De Rosa (Ducati) – 5) Baldassarri (Yamaha) …………..8) Oncu (Kawasaki) ……… 13) Montella (Kawasaki)

Can Oncu

“Oggi abbiamo lavorato molto sul set up della moto, ed alla fine posso dire di essere abbastanza contento dei risultati raggiunti. Ci sono ancora dei punti dove ci dobbiamo lavorare, ma non mi preoccupano, perché sappiamo dove intervenire e di conseguenza sono fiducioso per la gara di domani e ringrazio il team per il lavoro svolto”.

Yari Montella

“Questa mattina ho commesso un errore e sono caduto. Mi spiace molto, ma purtroppo sono cose in pista possono succedere. Questo pomeriggio siamo partiti dalla base definita nel primo turno, ed abbiamo migliorato la moto e di conseguenza le mie prestazioni. Su questo tracciato non è facile trovare un assetto che vada bene per tutti i settori, ma penso di aver raggiunto un buon compromesso, che mi rende fiducioso per domani. Grazie alla squadra che mi ha dato come sempre una grossa  mano”

Condividi articolo

Condividi su whatsapp
Condividi su telegram
Condividi su facebook
Condividi su linkedin
Condividi su twitter
Condividi su email