Sofuoglu il più veloce nelle libere di Portimao. Settimo Canducci, diciannovesimo Ryde.

Portimao, 15 settembre 2017. All’Autodromo Internacional Do Algarve é ancora una volta Kenan Sofuoglu il pilota più veloce del venerdì.
Il turco, che questo fine settimana potrebbe compiere il sorpasso in campionato sul leader di classifica Mahias (primo ad un solo punto), ha dimostrato fin dalle prime battute di giornata di avere un passo gara incredibile sull’affascinante tracciato portoghese, segnando infine il giro più veloce in 1’45.443 nel pomeriggio.
Buona performance anche per il pilota del team 3570 Puccetti Racing FMI Michael Canducci che, grazie ad un buon settimo tempo, termina la prima giornata di libere in costante crescita, qualificandosi direttamente al turno di Superpole 2 domani.
Più in difficoltà invece Kyle Ryde: il giovane pilota inglese chiude 19esimo, ma si dichiara fiducioso in vista delle qualifiche ufficiali in programma domani.

Kenan Sofuoglu #1, (P1, 1’45.443)
“Oggi é stata una giornata molto positiva per noi. Ancora una volta siamo riusciti ad essere primi confermando di avere un pacchetto e un passo gara molto forti. Nelle libere di oggi abbiamo lavorato molto sulla simulazione di gara poi, verso fine giornata, ho voluto provare a migliorare il mio best lap e ho segnato il miglior tempo. Domani lavoreremo ancora per sistemare alcuni aspetti, ma il mio feeling con la moto é già ottimo!”
Michael Canducci #65, (P7, 1’46.766)
“Rispetto alle gare passate, finalmente siamo riusciti a partire con il piede giusto già nelle prove libere. Sono soddisfatto del lavoro di oggi, mi sono trovato bene e credo di potermi qualificare bene domani in Superpole”.
Kyle Ryde #77, (P19, 1’48.362)
“Nelle FP1 di questa mattina ho faticato molto ha trovare il feeling con la moto. Abbiamo provato diverse gomme e infine nel pomeriggio sono riuscito a migliorare il mio tempo di oltre 2 secondi. Siamo 19esimi, ma non siamo lontani dalla top ten. Sono fiducioso di poter abbassare ancora il mio tempo e potermi qualificare per la Superpole 2”.

Condividi articolo

Condividi su whatsapp
Condividi su telegram
Condividi su facebook
Condividi su linkedin
Condividi su twitter
Condividi su email