Prima giornata di prove libere WSSP per il Kawasaki Puccetti Racing al Motorland Aragon

Terzo round del campionato mondiale Supersport per il Kawasaki Puccetti Racing al Motorland Aragon nei pressi di Alcaniz, in Spagna. In giornata fresca ed in parte nuvolosa Hikari Okubo e Lucas Mahias sono scesi in pista questa mattina per disputare la prima sessione di prove libere. Okubo (1’55”509) ha concluso al quinto posto, mentre Mahias (1’56”125) all’ottavo.

La pioggia ha caratterizzato la seconda sessione del pomeriggio. Sulla pista bagnata e scivolosa Okubo ha preferito non rischiare ed è rimasto nel suo box. Mahias invece ha deciso di percorrere qualche giro di pista e pur non forzando il suo ritmo, con il tempo di 2’14”322 è risultato il più veloce della seconda sessione.

La classifica generale è ovviamente rimasta quella del primo turno. Domani i due piloti del Kawasaki Puccetti Racing disputeranno un turno di prove in mattinata e nel primo pomeriggio saranno impegnati nella decisiva Superpole, che assegnerà le posizioni di partenza sulla griglia della gara di domenica.   

Motorland Aragon – Alcaniz – Spagna – Campionato mondiale Supersport 600

Classifica cumulativa delle due sessioni di prove libere: 1) De Rosa (MV) – 2) Cluzel (Yamaha) – 3) Gradinger (Yamaha) – 4) Caricasulo (Yamaha) – 5) Okubo (Kawasaki) …… 8) Mahias (Kawasaki)

Lucas Mahias: “Questa mattina ho fatto un po di fatica ed il mio tempo sul giro e la mia posizione in classifica non sono stati quelli che speravo di ottenere. Naturalmente ho continuato a lavorare assieme alla mia squadra per migliorare la moto e per trovare il miglior assetto possibile. Stiamo provando diverse soluzioni e sono certo che troveremo quella migliore. Nel pomeriggio sulla pista bagnata ho percorso solo 7 giri senza forzare e sono stato comunque il più veloce. Domani però spero sia asciutto per fare una buona Superpole e partire davanti in gara domenica”.     

Hikari Okubo: “Questa mattina ho trovato un buon feeling con la moto, ma il mio tempo sul giro non mi soddisfa completamente perché non sono riuscito ad essere veloce in alcuni settori della pista. Assieme al mio team abbiamo capito dove intervenire per migliorare la moto ed essere veloce in tutti i settori e sono certo che domani farò ancora meglio. Con la pista bagnata avrebbe avuto poco senso provare e quindi ho preferito non rischiare. Per domani il mio obiettivo in Superpole è quello di conquistare la prima fila”.

Condividi articolo

Condividi su whatsapp
Condividi su telegram
Condividi su facebook
Condividi su linkedin
Condividi su twitter
Condividi su email