Mahias settimo e Okubo nono nella Superpole del Motorland Aragon

Seconda giornata al Motorland Aragon in Spagna per il Kawasaki Puccetti Racing, nel terzo round del campionato mondiale Supersport.

Ieri i due piloti Hikari Okubo e Lucas Mahias avevano terminato le due sessioni di prove libere rispettivamente al quinto ed all’ottavo posto e nella seconda, disputata sotto la pioggia il pilota francese era stato il più veloce.

Questa mattina in una giornata soleggiata e con temperature basse, entrambi sono tornati in pista per il terzo ed ultimo turno di prove libere. Okubo non ha abbassato il suo best lap di ieri (1’55”509) ed ha chiuso al sesto posto, mentre Mahias, nonostante una scivolata senza conseguenze, ha migliorato il suo crono e con un giro in 1’55”703 è salito in settima posizione.

In Superpole Mahias è stato autore di una buona prestazione abbassando il suo miglior crono (1’54”446) e terminando al settimo posto. Anche Okubo si è migliorato, ma con il tempo di 1’54”894 ha ottenuto solo la nona posizione.

Domani sia Mahias che Okubo prenderanno il via dalla terza fila, nella gara che si disputerà sulla distanza di 16 giri.

Motorland Aragon – Alcaniz – Spagna – Campionato mondiale Supersport

Classifica cumulativa delle tre sessioni di prove libere: 1) Gradinger (Yamaha) – 2) De Rosa (MV) – 3) Krummenacher (Yamaha) – 4) Caricasulo (Yamaha) – 5) Cluzel (Yamaha) – 6)  Okubo (Kawasaki) – 7) Mahias (Kawasaki)

Superpole: 1) Gradinger (Yamaha) – 2) Caricasulo (Yamaha) – 3) Krummenacher (Yamaha) – 4) Cluzel (Yamaha) ……. 7) Mahias (Kawasaki) ……. 9) Okubo (Kawasaki)

Hikari Okubo: “Oggi ero troppo teso e preoccupato per questa Superpole e alla fine sono stato troppo aggressivo. Ora però ho capito il mio errore e quindi cercherò di rilassarmi per arrivare meno teso alla gara di domani. Nelle prove è andato tutto bene ed il mio feeling con la moto è stato buono. Se in gara riuscirò a partire bene e ad essere in una buona posizione nei primi giri, penso che il podio sia un obiettivo raggiungibile”.  

Lucas Mahias: “In Superpole il mio tempo sul giro è stato buono, anche perché ho girato sempre da solo senza sfruttare nessuna scia nel lungo rettilineo. Penso che avrei potuto essere più veloce di almeno tre decimi e quindi avrei potuto conquistare una delle prime tre posizioni. Sono dispiaciuto perché abbiamo lavorato molto ed il mio feeling con la moto è migliorato, però alla fine sono solo settimo. I punti positivi sono che sono stato veloce anche girando da solo e che ho un buon feeling con la moto e questo sarà importante anche nel resto della stagione. Penso di avere la possibilità di effettuare dei sorpassi in quanto sono veloce nelle curve strette e sul rettilineo con il gioco delle scie potrò recuperare terreno nei confronti dei piloti più veloci”.

Condividi articolo

Condividi su whatsapp
Condividi su telegram
Condividi su facebook
Condividi su linkedin
Condividi su twitter
Condividi su email