Kenan Sofuoglu non correrà in Thailandia. Azlan Shah al suo posto sulla Kawasaki ZX-6R del team Puccetti Racing.

Buriram, 22 marzo 2018. Kenan Sofuoglu non sarà al via della seconda gara Supersport della stagione 2018 in Thailandia.
Dopo un controllo più approfondito a seguito della caduta avuta durante il turno di FP3 in Australia, i medici hanno riscontrato un danneggiamento nella parte già precedentemente fratturata dal campione turco nel terribile incidente di Magny Cours.
Dopo un 2017 segnato già da un infortunio alla mano destra a inizio anno, Sofuoglu aveva dominato tutta la stagione ottenendo ben 5 vittorie e 1 secondo posto, ma dopo un high side durante la Superpole e la conseguente frattura del bacino, la sua rimonta sembrava essere finita. Nonostante ciò il pilota turco aveva deciso di tentare l’impossibile, ritornando in pista in Qatar per giocarsi la vittoria del titolo mondiale. A solo un mese dalla caduta in Francia, che avrebbe invece dovuto tenerlo fermo ben 12 settimane, il cinque volte campione del mondo Supersport ha chiuso la stagione con un incredibile terzo posto, ma purtroppo l’impresa non gli era stata sufficiente a ottenere il sesto titolo iridato.
Il rientro anticipato dalla convalescenza ha in parte però compromesso il recupero totale del pilota turco, che dopo la caduta a 250 km/h di Phillip Island ha ulteriormente aumentato la fragilità del suo fisico e deve ora prestare molta attenzione per poter finalmente superare le conseguenze dell’incidente di Magny Cours.
Per questo motivo, il pilota del team Kawasaki Puccetti Racing non correrà in Thailandia, ma sarà sostituito da Azlan Shah.
Campione 2013 dell’Asia Road Racing Championship e pilota Moto2 nell’Idemitsu Honda Team Asia nel 2014 e 2015, il 33enne malese è attualmente impegnato nel campionato Supersport 600 asiatico con Kawasaki e ha partecipato nel 2017 alla 8 ore di Suzuka nel team ufficiale Kawasaki insieme a Watanabe e Haslam, conquistando il secondo gradino del podio.
Ad affiancarlo ci sarà Hikari Okubo che dopo il quattordicesimo posto di Phillip Island spera in un buon risultato a Buriram, dove lo scorso anno aveva compiuto il suo miglior piazzamento di stagione giungendo sesto al traguardo.
Domani avrà inizio il weekend di gara con i primi turni di prove libere.

WorldSSP
Kenan Sofuoglu, #54

Dopo la caduta in Australia ho iniziato a provare dolore nel punto fratturato lo scorso anno a Magny Cours. Pensavo sarebbe migliorato, ma in realtà col passare del tempo nulla è cambiato. Mi sono sottoposto ad un controllo più approfondito e i medici hanno notato che la parte infortunata ha subito un danneggiamento che potrebbe peggiorare e, nel caso di un’altra caduta, potrei riportare conseguenze irreversibili in futuro.
L’anno scorso ho interrotto la mia convalescenza dopo solo un mese per tornare a correre in Qatar. In realtà il mio corpo avrebbe avuto bisogno di 12 settimane per recuperare completamente e pare che questo abbia in parte causato una saldatura non perfetta della frattura. Ora quindi, anche a seguito dell’incidente di Phillip Island, ho bisogno di più tempo per permettere al mio corpo di riprendersi.
WorldSSP
Hikari Okubo, #78 
Dopo la gara in Australia abbiamo individuato nuovi punti sui quali dovremo lavorare per migliorare la nostra prestazione e so che dovrò cercare ancora di variare il mio stile di guida per sfruttare al meglio le potenzialità della Kawasaki. Durante questo mese di stop mi sono allenato molto e sono pronto ora a tornare in pista in Thailandia. Lo scorso anno ho ottenuto qui il mio miglior risultato di stagione chiudendo al sesto posto, quindi ho buone aspettative da questo fine settimane.
WorldSSP
Azlan Shah, #25
Sono molto felice di poter avere questa opportunità. Correre in Supersport con questo team è per me un sogno che diventa realtà. Farò del mio meglio per finire la gara nel miglior modo possibile. Grazie al team per aver scelto me come pilota sostitutivo e a Kawasaki.

Condividi articolo

Condividi su whatsapp
Condividi su telegram
Condividi su facebook
Condividi su linkedin
Condividi su twitter
Condividi su email