Hikari Okubo sesto nelle libere di Chang. 11esimo Azlan Shah Kamaruzaman.

Buriram, 23 marzo 2018. Sul caldissimo tracciato thailandese “Chang International Circuit” termina la prima giornata di prove libere per i piloti del team Kawasaki Puccetti Racing, che questo fine settimana saranno impegnati qui per il secondo round del Campionato Mondiale Supersport.
A impressionare durante le due sessioni di cronometrate di oggi è stato Hikari Okubo, che dopo essere risultato nono al termine delle FP1 è riuscito a compiere un miglioramento concreto nel pomeriggio, chiudendo la giornata con il sesto tempo complessivo.
Forte del buon risultato ottenuto qui lo scorso anno in gara (sesto al traguardo), il giapponese punta a ripetere un’ottima performance sul circuito asiatico anche in questa stagione. Domani il suo obiettivo sarà quello di conquistare la partenza dalla prima fila e grazie al piazzamento ottenuto oggi, potrà partecipare direttamente al turno di Superpole 2.
Il compagno di squadra, Azlan Shah Kamaruzaman, sostituto dell’infortunato Kenan Sofuoglu per il Round di Buriram, conclude la sua prima giornata in sella alla Kawasaki ZX-6R del team in undicesima posizione, sfiorando di poco la possibilità di qualificarsi anche lui per la Superpole 2.
Domani gli alfieri del team Kawasaki Puccetti Racing torneranno in pista alle ore 11:15 locali per l’ultimo turno di libere prima delle qualifiche ufficiali.

WorldSSP
Azlan Shah, #25 – P11 (1’38.519)

“Non è stata una giornata semplice. Ancora devo adattarmi a questa moto che ha componenti molto diversi rispetto alla Kawasaki che sono abituato a pilotare normalmente nel campionato asiatico. Ancora non sono riuscito a trovare il giusto feeling con la moto, ma abbiamo pronte alcune modifiche che oggi non abbiamo fatto in tempo a testare, che potrebbero aiutarci a migliorare domani. Spero di riuscire a poter fare benein Superpole”.

 

WorldSSP
Hikari Okubo, #78 – P6 (1’37.922)

“Grazie all’allenamento fatto dopo l’Australia oggi sono finalmente riuscito a trovare un buon feeling con la moto. Ho iniziato a capire meglio il comportamento della Kawasaki e ciò mi ha permesso di spingere più forte. Rispetto allo scorso anno ho segnato un tempo migliore. Inoltre questa è una pista che mi piace molto. Essendo in Asia mi sento un po’ a casa, anche non siamo in Giappone. Nonostante il caldo il mio fisico ha retto molto bene, ma domani sarà sicuramente più difficile. Siamo tutti molto vicini e ci sono parecchi piloti veloci, ma io punterò a classificarmi in prima fila. Grazie al sesto posto disputerò direttamente la Superpole 2”.

Condividi articolo

Condividi su whatsapp
Condividi su telegram
Condividi su facebook
Condividi su linkedin
Condividi su twitter
Condividi su email