Due gare molto complicate per Mahias a Navarra nel WorldSBK

Si sono disputate oggi al Circuito de Navarra, situato nel nord della Spagna, la Superpole race e la seconda gara del weekend, valide per il settimo round del Campionato Mondiale Superbike. Lucas Mahias è al rientro dopo un mese di assenza dovuto all’infortunio al polso sinistro ed alla conseguente operazione, in seguito ad una caduta ad Assen.
Anche se non è ancora in perfette condizioni fisiche, e la sua guida è in parte condizionata dal dolore al polso sinistro, il pilota francese ieri è stato autore di un eccellente prestazione in Superpole, conclusa al sesto posto. Purtroppo in gara1 Lucas è stato autore di una scivolata nel corso dei primi giri e si è dovuto ritirare.
Questa mattina, in una calda giornata di sole, Mahias ha disputato la Superpole race. Così come nella gara di ieri, anche oggi il pilota del Kawasaki Puccetti Racing ha preso il via dalla seconda fila, nella gara che si è disputata sulla distanza di 10 giri.
Lucas non è partito molto bene e si è ritrovato in decima posizione. In seguito non ha potuto tenere un ritmo sufficientemente veloce, ed ha perso posizioni sino a concludere quindicesimo. Gara2 ha preso il via nel primo pomeriggio. Prima dello spegnersi del semaforo la partenza è stata fermata perché si è spenta la moto di un pilota. Nel prendere il via per un secondo giro di ricognizione, la moto di Mahias si è spenta ed il francese ha dovuto partire dalla pit line. Schieratosi all’ultimo posto della griglia, Lucas è partito per gara2, ma avrebbe dovuto scattare nuovamente dalla pit line, in quanto nel giro di ricognizione era partito dopo la safety car. Per questo motivo è stato penalizzato con due long lap ed ha potuto concludere solo al quattordicesimo posto.
Il prossimo appuntamento del Kawasaki Puccetti Racing con il Campionato Mondiale Superbike è fissato per il weekend del 3, 4 e 5 settembre sul circuito di Magny Cours in Francia.

Circuito de Navarra – Los Arcos – Spagna
Campionato Mondiale Superbike
Superpole race: 1) Redding (Ducati) – 2) Rea (Kawasaki) – 3) Razgatlioglu (Yamaha) – 4) Locatelli (Yamaha) – 5) Lowes (Kawasaki) – 6) Sykes (BMW) ……… 15) Mahias (Kawasaki)

Gara2: 1) Razgatlioglu (Yamaha) – 2) Redding (Ducati) – 3) Rea (Kawasaki) – 4) Locatelli (Yamaha) – 5) Sykes (BMW) – 6) Lowes (Kawasaki) ……… 14) Mahias (Kawasaki)
.

“E’ stata una giornata davvero difficile, anche perché non sono ancora a posto fisicamente. Nella gara veloce non sono andato bene, ed ho cercato solo di concluderla senza commettere errori. Ho concluso al quindicesimo posto, ma non penso si potesse fare meglio. Gara2 è stata un mezzo disastro. Prima mi si è spenta la moto in griglia e sono partito dalla pit line per il giro di ricognizione, e poi per la gara sono scattato dall’ultima posizione della griglia. Invece avrei dovuto prendere il via ancora dalla pit line, perché ero entrato in pista dopo la safety car, e per questo sono stato penalizzato con due long laps che hanno compromesso la mia gara. L’ho portata a termine solo per ringraziare i miei tecnici per il loro ottimo lavoro. Ora mi voglio riposare, per poi concentrami sulle gare di casa di Magny Cours, dove spero di ottenere dei risultati migliori”.

Condividi articolo

Condividi su whatsapp
Condividi su telegram
Condividi su facebook
Condividi su linkedin
Condividi su twitter
Condividi su email