A Donington Park per confermarsi ai vertici

Ad oltre un mese di distanza dal precedente round di Misano Adriatico, il Kawasaki Puccetti Racing è pronto a disputare il quinto round dei Campionati Mondiali Superbike e Supersport, che si disputeranno questo fine settimana sul circuito di Donington Park in Inghilterra. Il tracciato situato nella provincia del Leicestershire è spesso stato favorevole ai piloti della squadra di Manuel Puccetti. In Superbike prima Leon Haslam nel 2017 e poi Toprak Razgatlioglu nel 2018 hanno conquistato la seconda posizione, ed il pilota turco si è anche aggiudicato la gara della Superstock 1000 FIM Cup del 2017.

In Supersport Kenan Sofuoglu è salito sul primo gradino del podio nel 2015,2016 e 2017. Nel 2016 entrambi i piloti del Kawasaki Puccetti Racing sono saliti sul podio con Randy Krummenacher terzo. Terza posizione anche per Lucas Mahias nel 2019. 

E in questo quinto round Superbike sarà proprio Lucas Mahias a tornare sulla Kawasaki ZX-10RR della squadra italiana. Il pilota francese si è completamente ristabilito dalla frattura del quinto metacarpo della mano destra, causata da una caduta nel corso del primo giro della Superpole Race all’Estoril e in Inghilterra cercherà di ritrovare il feeling con la sua moto.

In Supersport sia Can Oncu che Yari Montella sono stati sino ad ora tra i protagonisti del campionato ed occupano rispettivamente il quarto ed il sesto posto nella classifica del campionato. La pista inglese sarà una nuova esperienza per entrambi, ma il team dispone di molti dati relativi a questo tracciato e potrà quindi facilitare il compito del turco e dell’italiano.    

L’autodromo di Donington Park si trova a Castle Donington, nelle Midlands Orientali, nei pressi della foresta di Sherwood. E’ stato costruito nel 1931 per ospitare gare motociclistiche. Dopo la seconda guerra mondiale il circuito venne riaperto nel 1977 grazie a Tom Wheatcroft, appassionato di sport motoristici, che vi trasferì anche la sua collezione personale di auto che è ora conosciuta come Donington Grand Prix Exhibition.

Nel 1988 è stato teatro della prima gara in assoluto del WorldSBK che con alcune pause ha corso sul tracciato inglese sino alla passata stagione, per un totale complessivo di 58 gare. Nel tempo la pista è stata modificata e dai 3149 metri totali del 1988 siamo passati agli attuali 4023 con 12 curve, delle quali 7 a destra e 5 a sinistra.

Questa la programmazione delle prove e delle gare del terzo round SBK e SS sulle televisioni italiane (secondo il fuso orario italiano) 

SKY

Venerdì 15 luglio
h: 11:30-12:15 – FP1 SBK
h: 12:25-13:10 – FP1 SSP
h: 16:00-16:45 – FP2 SBK
h: 17:00-17:45 – FP2 SBK

Sabato 16 luglio
h: 10:00-10:30 – FP3 SBK
h: 11:25-11:45 – Superpole SSP
h: 12:10-12:25 – Superpole SBK
h: 15:00 – Gara 1 SBK
h: 16:15 – Gara 1 SSP

Domenica 17 luglio
h: 12:00 – Superpole Race SBK
h: 13:30 – Gara 2 SSP
h: 15:00 – Gara 2 SBK

TV8
Sabato 16 luglio
h: 15:00 – Gara 1 SBK

Domenica 17 luglio
h: 14:00 – Superpole Race SBK (in differita)
h: 15:00 – Gara 2 SBK

Attraverso questo link potete consultare il programma del round inglese:

https://www.worldsbk.com/it/evento/GBR/2022

Lucas Mahias

“Sono veramente entusiasta di poter tornare in pista dopo questo infortunio e non vedo l’ora di risalire sulla mia Ninja. A Misano ho assistito alle gare dal box ed è stato molto difficile non poter correre, ma ora mi sento bene e mi sono ripreso completamente. Ho lavorato molto in quest’ultimo mese e sono in piena forma. La pista mi piace molto ed anche il clima inglese non mi dispiace, visto che qui in Francia fa molto caldo e spero di trovare un poco di fresco in UK. Il mio obiettivo per questo round è di ritrovare il feeling con la mia moto e di lavo0rare sin dalle prime prove per adattarla al meglio al tracciato inglese. Spero di fare bene e di certo ci metterò il massimo impegno”

Can Oncu

“Dopo un mese di pausa sono contento di tornare a correre con il mio team e con la mia Kawasaki. Non conosco la pista inglese e quindi dovrò impegnarmi molto sino dalle prime prove per imparare la pista. So che invece la mia squadra la conosce bene, e questo mi potrà aiutare molto. Nelle ultime gare non abbiamo raccolto i risultati che meritavamo e quindi spero proprio di ottenere dei buoni risultati a Donington”.  

Yari Montella

“Sono curioso di imparare la pista di Donington che mi sembra molto impegnativa, ma anche divertente. So che la mia squadra ha ottenuto molti risultati positivi su questo tracciato e quindi ha anche raccolto molti dati che mi saranno utilissimi per essere competitivo da subito. Penso si possa bene, anche perché veniamo da un periodo nel quale ci siamo migliorati costantemente, e quindi dobbiamo continuare a lavorare al set up della nostra ZX-6R per ottenere i risultati che sia io che il team ci meritiamo”.

Condividi articolo

Condividi su whatsapp
Condividi su telegram
Condividi su facebook
Condividi su linkedin
Condividi su twitter
Condividi su email